Tappeto caucasico, SHIRWAN KUBA, metà ‘900

Nodo gordiano o Ghiordes, lana su lana, su meraviglioso fondo blu

Dimensioni: 1,86 x 1,24

 

Il territorio di Kuba è tra i più importanti centri di produzione di tappeti caucasici. In questo esemplare il campo blu scuro è fittamente coperto da animali stilizzati, amuleti e simboli. Molto interessante anche la bordura. Eccezionalmente ben conservato: sano perfetto, completamente in vello e senza restauri.

 

I tappeti caucasici sono annodati nella regione omonima che si trova tra il Mar Nero ed il Mar Caspio; attualmente comprende l'Azerbaidjan, la Georgia, l'Armenia, il Nagorno Karabagh e la Cecenia.
I tappeti annodati in quest'area sono generalmente geometrici ed hanno il nodo Ghiordes, detto nodo gordiano o simmetrico. Sono annodati su telaio orizzontale da popolazioni nomadi e quasi sempre hanno la trama e l'ordito in lana. I più ricercati dai collezionisti sono quelli annodati tra l'ultimo quarto del XIX secolo e la prima guerra mondiale che presentano una grande forza espressiva del disegno geometrico. Non raggiungono, se non in rarissime eccezioni, larghezze superiori ai 170 cm. Il prezzo dipende oltre che dalla rarità del tappeto e dalle misure (importantissima la larghezza), dallo stato di conservazione, dall'epoca e dalla bellezza che si manifesta con grande forza espressiva.

I tappeti del Caucaso centro orientale vengono riuniti sotto il nome di SHIRWAN e si caratterizzano per la finezza dell’annodatura, per il vello rasato a pochi millimetri dal nodo e hanno iconografie strettamente legate al villaggio o alla città di annodatura.

Oltre al territorio degli Shirvan Bidjov e Marasali si distinguono altre due grandi aree: la zona di Kuba (Zeiwa, Cici, Konakhend), e quella del Daghestan.

I tappeti realizzati prima del 1925 sono suddivisi in cinque gruppi: Kazak, Karabach, Sjirvan, Kuba e Dagestan.

Tappeto caucasico SHIRVAN KUBA

SKU: 0599
€ 7.000,00Prezzo